Il pubblico adultero


adultero

La visione adatta
ad un pubblico adultero
è limitata,
ci pensa un tornello,
ad avventori con unico requisito: esibire un anello.

Ed è un allarme a caccia di balle
a stoppar sul nascere
i tentativi di frode,
anche la maschera scuote la testa,
scena già vista, scuse già note.

Non demorde l’aspirante fedifrago
che quasi si vergogna d’esser scapolo,
inventa storie e presunte passioni
con personaggi puro frutto
delle sue ambizioni.

E millanta quel cerchio in oro
come un fantino al termine di un palio,
anche la fila che inizia a borbottare
ha un brusio molto simile all’abbandono sull’altare.