L’ostile inconfondibile


ostileinconfondibile

Il tuo stile è inconfondibile
ma ho visto in giro varie copie
dichiararsi per nulla identiche,
il tuo neo è ben visibile
e non basta un pennarello
per rendere meno amara
la tua parte complice,

nei processi a tuo carico
ho un delitto ancora irrisolto
ma il giudice subisce il tuo fascino
e mi perseguita la parola prosciolto,

di lieto c’è il fine degli intenti
ma in fondo poteva andare peggio
se pensi alla fine delle parentesi,
anche loro le ho capite poco,
mi rifiutavo sempre di chiuderle,
pensavo “metti che poi si stufano”,
è giusto che anche loro
si sentano libere.

Il tuo stile è inconfondibile
ma ho visto dubbi sulla tua fronte
eludere attese come guardie complici,
sedate da sguardi privi di spazio
che fuggono nella notte
dei portici in silenzio.