Ogni maledetto semaforo


semaforo

Ferma all’incrocio come un annuncio
lanciavi clave infuocate in aria
reclamando qualche spiccio,
ma il Bangladesh è una squadra ostica
e rivendica il possesso spazzola
come parametro indiscutibile
di supremazia semaforica.

E il tempo che ti separa dal verde
delle tue tasche riassume la sorte,
quando stufa di raccogliere sorrisi
butti gli occhi nel cappello
sperando nella fine della crisi.
In questa danza di clave e spazzole
non ha scampo chi sorride
ed ha il vetro sporco,
i tratti si induriscono allo scattare del rosso
e stridono con il clown dal naso posticcio.

Ed un secchio che assiste impotente
si imbeve nel traffico di storie così diverse,
esposte ad umori e cambiamenti climatici
in un gioco di ruoli non sempre semplici.